RIPRESA DEI CATECHISMI

Il Parroco, sac. Nicolò Vittorio Casoni

Carissimi, tenendo conto delle indicazioni dell’Arcivescovo (riprendere la frequenza della S. Messa, evitare l’immobilismo e la fretta, rispettare le norme igienico sanitarie) dopo adeguata preghiera, ritengo di procedere così:

  • Cresimandi: come già comunicato ai diretti interessati incontro dalle 17 alle 18 mercoledì (Cuasso al Piano) e giovedì (Brusimpiano) nelle rispettive chiese parrocchiali fino alla Cresima (14 novembre, in tre turni);
  • III, IV, V elementari: dall’Avvento incontro dalle 17 alle 18 mercoledì (Cuasso al Piano) e giovedì (Brusimpiano) nelle rispettive chiese parrocchiali (per le Prime Comunioni seguiremo le disposizioni future);
  • II elementare: dalla Quaresima incontro dalle 17 alle 18 mercoledì (Cuasso al Piano) e giovedì (Brusimpiano) nelle rispettive chiese parrocchiali;
  • I elementare: si raccomanda alle famiglie la partecipazione alla S. Messa;
  • Post Cresima: da ottobre incontri nei saloni oratoriani;
  • Giovani e adulti: in Avvento e Quaresima incontri nei saloni oratoriani.

Se possibile saranno organizzate giornate insieme per classe. Certo che tutti comprendiate l’importanza di una fede capace di rendere ragione, vi aspetto a braccia spalancate!


Si fa sera e il giorno ormai volge al declino

Card. Robert Sarah

Nel secondo volume di Teologia nella storia, Henri de Lubac aveva osservato che il dualismo in cui, in un passato recente, ci siamo troppo lasciati coinvolgere, ha avuto come risultato il fatto che gli uomini, prendendoci alla lettera, hanno scartato del tutto il soprannaturale, cioè praticamente tutto ciò che è sacro. Hanno relegato il soprannaturale in qualche lontano recesso dove non poteva che rimanere sterile. Lo hanno esiliato in una regione separata che ci hanno consegnato volentieri, lasciandolo morire a poco a poco sotto la nostra custodia.

leggi di più

PREGHIERA PER LA SCUOLA

dell’Arcivescovo Delpini

Anno scolastico 2020/2021 nei tempi della pandemia

Padre nostro, Che sei nei cieli,

benedici tutti noi che siamo Tuoi figli in Gesù; benedici tutti i giorni dell’anno scolastico.

Vogliamo vivere nella Tua grazia: donaci fede, speranza, carità.

Ogni giorno di questo anno scolastico, nelle speranze e difficoltà presenti,

sia benedetto, sereno, ricco di bene per potenza di Spirito Santo.

 

Sia benedetto il lunedì,

con la grazia degli inizi, il desiderio del ritrovarsi, la sconfitta del malumore.

Sia benedetto il martedì,

per la curiosità e la gioia di imparare, per la passione e il gusto di insegnare.

Sia benedetto il mercoledì,

per la fierezza e la nobiltà di affrontare le sfide e la fatica e vincere la pigrizia.

Sia benedetto il giovedì,

per l’amicizia, la buona educazione e la correzione dei bulli e dei prepotenti.

Sia benedetto il venerdì,

per la fiducia contro lo scoraggiamento, per la semplicità nell’aiutare e farsi aiutare.

Sia benedetto il sabato,

per la promessa degli affetti familiari e del riposo. Sia benedetta la domenica, il Tuo giorno, Signore!

per la serenità, la consolazione della preghiera per vivere la nostra vocazione.

 

Padre nostro Che sei nei cieli,

sia benedetto ogni tempo, occasione per il bene, ogni incontro, vocazione a servire e ad amare,

ogni ora di lezione, esercizio di intelligenza, volontà, memoria per percorsi di sapienza.

Benedici tutti noi, benedici le nostre famiglie, benedici la nostra scuola.

AMEN


I 10 comandamenti

L'onnipotenza di Dio

Argomenti trattati nel capitolo 12

  • Dio non è onnipotente: questa cosa è successa perché Lui non c’era
  • La presenza del male e l’onnipotenza di Dio
  • La libertà dell’uomo di fare il male
  • Perché capitano le cosa brutte?

Scarica in MP3 e ascoltalo dove vuoi

Download
capitolo 12 - i dieci comandamenti.mp3
File audio MP3 79.5 MB

Oppure ascolta qui sotto da YouTube



321. Quali sono i Sacramenti al servizio della comunione e della missione?

Due Sacramenti, l’Ordine e il Matrimonio, conferiscono una grazia speciale per una missione particolare nella Chiesa a servizio dell’edificazione del popolo di Dio. Essi contribuiscono in particolare alla comunione ecclesiale e alla salvezza degli altri. (Compendio)


Sante messe vigiliari e festive

Con sabato 13 c.m. riprende la celebrazione delle Funzioni festive; per ottemperare le norme igienico sanitarie in tempo di coronavirus alcune Sante Messe saranno celebrate nelle chiese sussidiarie, come da tabella oraria.

Si rammenta la capienza dei vari sacri edifici:

 

Brusimpiano, chiesa parrocchiale: 29 San Martino: 29

Cavagnano: 33

Cuasso al Monte, chiesa parrocchiale: 65 Borgnana: 37

Cuasso al Piano , chiesa parrocchiale: 51 Madonna in Campagna: 30


ECCOMI,O MIO AMATO E BUON GESÙ

Eccomi, o mio amato e buon Gesù, che alla Tua santissima presenza prostrato, Ti prego con il fervore più vivo di stampare nel mio cuore sentimenti di fede, di speranza, di carità, di dolore dei miei peccati, e di proponimento di non offenderTi, mentre io con tutto l’amore e la compassione vado considerando le Tue cinque piaghe, cominciando da ciò che disse di Te, o Gesù mio, il Santo profeta Davide: «Hanno trapassato le mie mani e i miei piedi, hanno contato tutte le mie ossa».


RICEVERE LA SANTA COMUNIONE

Il Papa ricorda che la pratica di inginocchiarsi e ricevere la Particola sulla lingua ha a suo favore secoli di tradizione ed è segno di adorazione particolarmente espressivo. Per questo è bene riceverla così.



L’essenziale viene prima del resto, di tutto il resto!

Che cosa è essenziale? Salvarsi l’anima! Sì, perché il corpo è comunque destinato a perire, l’anima invece vive in eterno, essendo spirituale e creata direttamente da Dio. Per questo è il nostro bene più prezioso, che va custodito con sapienza e che una volta condannata all’inferno dovrà patire per sempre.

Come si custodisce l’essenziale? Mettendolo al primo posto! Sì, altrimenti sono solo parole. Ciò vuol dire S. Messa e Sacramenti: quei mezzi ordinari con cui Dio ci sorregge e salva qui ed ora, quel toccarci efficace di Gesù Salvatore.

Amico e fratello sii dunque cristianamente sapiente, anche e soprattutto nell’ormai incipiente estate (che don Bosco, il grande Santo educatore, definiva senza mezzi termini vendemmia del demonio): specialmente se sei genitore o nonno aiuta ed educa figli e nipoti alla preghiera e al rispetto del precetto della Santa Messa festiva (altrimenti come potrai a settembre far riprendere il cammino di catechismo?!).


Padre Santo, Che attraverso il Tuo Figlio Gesù riversi senza misura il dono dello Spirito, custodisci questi Tuoi servi perché siano lieti nella speranza, costanti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera. Maria, aurora di salvezza, guidi e sostenga il loro ministero. Amen.


San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia: sii tu nostro sostegno contro la perfidia e le insidie del diavolo. Che Dio eserciti il suo dominio su di lui, te ne preghiamo supplichevoli. E tu, o principe della milizia celeste, con la potenza divina, ricaccia nell'Inferno satana e gli altri spiriti maligni i quali errano nel mondo per perdere le anime. Amen.


Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null'altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente. Mt 5,13-16


Verrà giorno in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutandosi di dare ascolto alla verità per rivolgersi alle favole. S. Paolo - Seconda lettera a Timoteo